Avon rilevata da Natura Cosméticos: cosa cambia per clienti

Chi non ha mai sentito parlare di Avon? Colosso americano che si occupa da anni di cosmetica. Anche perché funziona pure mediante dimostrazioni a domicilio e quindi a qualcuno/a di voi sarà capitata qualche proposta di acquisto.

Orbene, Avon presto parlerà brasiliano. Già, accade anche questo. Che una multinazionale brasiliana acquisti una statunitense.

Infatti, l’azienda di cosmetici brasiliana Natura ha annunciato l’acquisto per circa 3,7 miliardi di dollari. In questo modo, sorgerà un gruppo quotato 11 miliardi di dollari. Il quarto più grande al Mondo nel settore della cosmetica. Natura Cosméticos acquisirà il 70% di Avon.

Ora manca solo l’approvazione degli azionisti di entrambe le società. Nonché il nulla osta delle autorità preposte alla vigilanza sulla concorrenza, affinché non si creino monopoli.

Comunque, l’operazione dovrebbe andare in porto ad inizio del prossimo anno e fa seguito ad un’altra acquisizione di rilievo: quella di The Body Shop rilevata da L’Oréal.

I mercati, ovviamente, non sono rimasti indifferenti alla notizia. Infatti, il titolo di Natura Cosméticos alla Borsa di Wall Street è arrivato a guadagnare oltre il 14%.

Perché Natura Cosméeticos acquista Avon

Il gruppo statunitense Avon, malgrado sia un marchio noto sul mercato, versava da tempo in cattive acque. Soprattutto per il fatto di non essere riuscito ad adattarsi alla rivoluzione digitale dell’ultimo ventennio. Nonché l’arrivo dei Social media, ormai fondamentali da un decennio. Cosa che invece è riuscita a multinazionali concorrenti come Sephora (la catena controllata da Lvmh), Estée Lauder o L’Oréal.

E così, ad inizio Avon ha tagliato 2.300 posti di lavoro. Altro errore è stato quello di non aver accettato la proposta della rivale Coty, supportata da Berkshire Hathaway di Warren Buffett. La quale, nel 2012, era arrivata ad offrire 24,75 dollari ad azione. A distanza di 7 anni, il titolo vale otto volte meno quella offerta.

Avon storia

David H. McConnell fu il primo venditore ambulante che vendeva libri alle case di New York. Nel settembre 1886, decise di vendere profumi piuttosto che libri. Ha iniziato la nuova attività in un piccolo ufficio a 126 Chambers Street, Manhattan, New York.

McConnell cambiò il nome della compagnia nel 1892 quando il suo socio in affari suggerì di chiamarla la “California Perfume Company”. Il suo socio in affari viveva in California in quel periodo e suggeriva il nome per l’abbondanza di fiori.

Nel 1894, Alexander D. Henderson, Vicepresidente e Tesoriere, contribuì alla sua crescita. Il 16 giugno 1909 McConnell e Henderson firmarono un accordo con la Corporation per la California Perfume Company nello stato del New Jersey. Il 28 gennaio 1916, la California Perfume Company fu incorporata nello stato di New York. McConnell, Henderson e William Scheele furono elencati come funzionari della società.

La parola stilizzata del disegno AVON è un marchio registrato presso la USPTO ed è di proprietà di Avon Products, Inc.

La California Perfume Company, Inc. di New York ha presentato la sua prima domanda di marchio per Avon il 3 giugno 1932 con l’USPTO. Incluso “profumi, acque di toilette, compatti di cipria e rossetto, rossetti” e altri prodotti da toilette. Il primo utilizzo e l’uso commerciale di Avon da parte della California Perfume Company risale al 1 ° settembre 1929. La registrazione è stata concessa il 30 agosto 1932.

Avon vende prodotti in oltre 100 paesi. Il Brasile è il più grande mercato della compagnia, superando gli Stati Uniti nel 2010. Avon è entrata nel mercato cinese nel 1990. La vendita diretta è stata dichiarata illegale in Cina nel 1998, costretta a vendere solo attraverso negozi fisici chiamati boutique di bellezza. Il divieto è stato revocato nel 2001 e la società ha ricevuto una licenza per la vendita diretta nel 2006.

L’88% delle entrate di Avon nel 2013 (circa $ 10 miliardi) proviene dai mercati esteri.

Avon ha acquistato Silpada, un venditore diretto di gioielli in argento, nel 2010 per $ 650 milioni. Nel maggio 2012, la società di profumi Coty, Inc. ha offerto $ 24,75 per Avon, che era al momento quasi il 20% superiore al prezzo delle azioni Avon. Mentre Fox Business Network ha riferito di aver ritardato il processo e Coty con la sua offerta, precedenti rapporti hanno dichiarato di aver rifiutato l’offerta, affermando “e non nel migliore interesse degli azionisti di Avon”.

A marzo 2016, Cerberus Capital Management ha versato 435 milioni di dollari in contanti per le azioni privilegiate nei prodotti Avon. Questa mossa si è basata a dicembre 2015, quando ha venduto l’80,1% delle sue attività nordamericane a Cerberus per $ 170 milioni. Il valore totale dell’operazione era di $ 605 milioni. L’investimento ha portato Cerberus a detenere quasi il 17 percento dei prodotti Avon.

Recentemente, Avon ha faticato non poco. Nel 2014, le sue vendite globali erano diminuite di cinque anni e le sue entrate del Nord America sono diminuite del 18% in quell’anno.

Nel 2016, Avon ha completato la separazione delle attività negli Stati Uniti, in Canada e a Portorico come New Avon LLC, che commercializza anche con il nome “Avon”. Avon Products ha trasferito la propria sede a Londra nel Regno Unito.

Jan Zijderveld è stato nominato CEO della società nel febbraio 2018. L’ex amministratore delegato, Sherilyn S. McCoy, è rimasto consigliere del consiglio di amministrazione e di Zijderveld fino al 31 marzo 2018.

Natura Cosméticos storia

Nel 1974, Natura Cosméticos ha adottato le vendite dirette come modello di vendita. Nel 2018 contava più di 6,6 milioni di “consulenti” (rivenditori) in tutto il mondo tra i più grandi al mondo. Natura è un membro fondatore dell’Unione per il BioTrade etico, assicurando gradualmente che le sue pratiche di approvvigionamento promuovano la conservazione della biodiversità, rispettino le conoscenze tradizionali e assicurare l’equa condivisione dei benefici lungo tutta la filiera.

Nei passaggi del loro sviluppo e produzione di cosmetici, Natura non prova sugli animali e segue i più severi standard internazionali di sicurezza

Essendo una società pubblica dal 2004, le sue azioni sono quotate su Novo Mercado (il più alto livello di corporate governance o Borsa [Ibovespa]).

La performance di Natura Cosméticos nel 2017 mostra un fatturato lordo consolidato di R $ 9,9 miliardi, in crescita del 24,5% rispetto all’anno precedente. Il suo reddito netto consolidato è stato di R $ 670,3 milioni. Nel 2005 hanno aperto la loro prima boutique a Parigi. I principali concorrenti di Natura sono O Boticário, L’Oreal, Estée Lauder Companies, Jequití e altri.

Con l’acquisto del 70% di Avon entro gennaio 2020, diventerà il quarto player mondiale della cosmetica.

LEAVE A REPLY