Autorità per l’energia elettrica: in arrivo i contatori 2G

L’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico, con la delibera 87/2016/R/eel, ha divulgato ieri le caratteristiche dei contatori digitali in bassa tensione 2G che l’Enel vuole installare abreve su trenta milioni di utenze. Parliamo dei contatori intelligenti di seconda generazione che porteranno diversi vantaggi ai consumatori sia dal punto di vista economico che di risparmio di tempo. Ma vediamo di approfondire.

contatori 2g

Contatori 2G, più risparmio e più efficienza

L’Autorità per l’energia ha illustrato le funzionalità dei nuovi misuratori intelligenti in bassa tensione e le performance dei sistemi di smart metering di seconda generazione (2G) nel settore elettrico. Scopriamo così che verranno eliminate le code di fatturazione computate su misure stimate e che le procedure di cambio fornitura e di voltura diventeranno più rapide ed efficaci. E non è tutto, perché verrà bypassato il sistema delle fasce predefinite con un grande beneficio per i consumatori: verranno, infatti, presentate innovative soluzioni prepagate nonché nuove offerte promozionali basate su fasce orarie flessibili fissate dal venditore.

Inoltre verranno resi disponibili ogni quarto d’ora i dati relativi alla potenza e all’utilizzo individuale dell’energia: potremo visualizzare i valori direttamente sul display del misuratore oppure salvarli su dispositivi esterni per avere sempre sotto controllo i nostri consumi giornalieri. Tutto questo avendo sempre come obiettivo il risparmio e una gestione innovativa dei prelievi energetici.
I nuovi contatori, che si connetteranno attraverso la rete elettrica PLC (Power Line Carrier) o in radiofrequenza, andranno pian piano a sostituire quelli elettronici di prima generazione – installati a partire dal 2001- che hanno una vita media di circa quindici anni. Ma l’evoluzione non si ferma ed è già in studio la possibile versione 2.1 che potrà integrare nuovi canali di comunicazione per adesso non ancora maturi, ovvero quelli basati su tecnologie wireless o wired (fibra ottica).

Enel e la banda larga

La delibera di ieri rappresenta una novità importante per l’Enel. L’installazione dei nuovi contatori 2G permette, infatti, alla società guidata da Francesco Starace di poter presentare, congiuntamente a Vodafone e Wind, un progetto comune per portare la banda larga, in una prima fase, in 250 città nelle aree più redditizie A e B.