Aprire un’edicola: come fare, costi e guadagni

Oggi è possibile vendere numerosissimi tipi di prodotto, non solo i classici giornali o riviste

Oggi si sa, la carta stampata sta vivendo una profonda crisi dovuta all’incalzare delle nuove tecnologie. Soprattutto di internet, che con i personal computer prima e i dispositivi mobile poi, ci permettono un’informazione h24 e capillare. A salvarsi sono soprattutto magazine cartacei specialistici, con uscita settimanale o mensile, preferiti dagli appassionati ai siti internet perché raccolgono tutte le informazioni, con tanto di immagini e approfondimenti, in un unico giornale cartaceo. Magari anche collezionabile nelle sue uscite. Aprire un’edicola, malgrado ciò, può comunque risultare ancora un ottimo investimento, giacché, oltre ai classici quotidiani o riviste cartacee appunto, possono essere offerti tanti altri prodotti e servizi. Vediamo dunque di seguito Come aprire un’edicola, quali costi e guadagni comporta.

come aprire un'edicola
Un tipico chiosco di un’edicola. Conviene aprirne uno proprio?

Aprire un’edicola, i guadagni

Quando si parla di aprire un’edicola, si pensa subito a giornali e riviste, e, in virtù di ciò, si pensa che sia una scommessa persa in partenza per la questione di cui sopra. In realtà, tramite un’edicola si possono vendere anche Dvd, gadget destinati ai bambini (si pensi ai tanti prodotti legati ai cartoni animati) o ai più grandi (modellismo per esempio), vendere biglietti dei mezzi pubblici o quelli legati ai giochi (gratta e vinci vari ed eventuali), fare ricariche telefoniche e della postepay. Aprire edicola dunque può convenire. Le possibili entrate sono varie e di diversa natura.

Aprire un’edicola: come fare

Passiamo ora a vedere come aprire un’edicola. Qualora si decida di aprire un’edicola, occorre valutare se prelevare un’edicola già esistente oppure avviarne una ex novo. Nel primo caso avremo diversi vantaggi: una clientela già avviata (soprattutto qualora chi la vende lo faccia per problemi personali o per sopraggiunti limiti di età lavorativa e non per crisi dell’attività), licenze già espletate, fornitori già conosciuti.

Diverso il caso che si decida di aprire un’edicola nuova. Bisognerà scegliere se aprire uno spazio commerciale usuale tipo negozio oppure un semplice chiosco. In entrambi i casi, bisogna ottenere la licenza da parte del Comune in cui vogliamo aprire un’edicola. Le licenze variano in base alla densità della popolazione del Comune in cui avvieremo l’attività e a seconda della distanza tra le varie attività. Pertanto la scelta del Comune pure diventa un fattore fondamentale. Il terzo indispensabile passaggio sarà quello di aprire una regolare posizione alla Camera di Commercio del territorio di appartenenza. Ultimo, per quanto concerne i fornitori, i contatti ci saranno dati dalla FIEG, acronimo che sta per Federazione Italiana Editori di giornali.

edicola negozio
Edicola in un negozio

I costi di aprire un’edicola

Veniamo ai costi. Le spese da sostenere se si apre un’edicola ex novo sono quelle legate alle pratiche burocratiche. Ci saranno poi le spese riguardanti il fitto del negozio o l’acquisto o il noleggio del chiosco. In quest’ultimo caso dovremmo chiedere anche la licenza di occupazione suolo dal Comune. A ciò occorre aggiungere i costi dovuti ai fornitori, sebbene per i giornali invenduti esista un reso.