Antitrust indaga su bagaglio a pagamento di Ryanair e Wizz Air

Per i passeggeri sono state due brutte notizie. Ovvero, la decisione di far pagare il bagaglio a mano da parte della compagnia irlandese Ryanair prima e della ungherese Wizz Air poi. Ora però, l’Antitrust vuole vederci chiaro in entrambi i casi e così ha dato 9 giorni di tempo per rispondere alle contestazioni mosse dall’agenzia che si occupa di abusi e monopoli.

Secondo l’Autorità di tutela della concorrenza, che ha aperto un’istruttoria dopo la segnalazione di Altro Consumo, si tratta di una procedura scorretta sia nei confronti dei passeggeri che di altre compagnie aeree. Wizz Air aveva seguito a ruota, o ad ala se si preferisce, la compagnia irlandese.

Perché Antitrust contesta Ryanair e Wizz Air

Secondo l’Antistrust, il bagaglio è parte integrante del contratto di viaggio, cioè del biglietto, e lo scorporo di questa voce costringe i passeggeri a pagare un prezzo aggiuntivo rendendo per altro difficile ottenere rimborsi nel caso di disservizi. La procedura dello scorporo, oltretutto, ha effetti anche sulla concorrenza. In quanto, in sede di comparazione dei prezzi del biglietto con quello di altre compagnie, si nota una maggiorazione di queste ultime poiché emettono il ticket comprensivo appunto del bagaglio.

Mostra la sua soddisfazione Ivo Tarantino, responsabile Relazioni esterne Altroconsumo. Che ha detto: «Migliaia di viaggiatori ci hanno tempestato di chiamate e messaggi per protestare sul pagamento in più, non dovuto secondo la nostra Organizzazione e le altre associazioni di consumatori in Europa, con cui stiamo portando Ryanair in tribunale. faremo fronte comune contro chi si inventa sovrapprezzi a servizi già pagati, speculando sulle spalle di chi viaggia».

Ryanair Vs Antitrust, come si difende compagnia irlandese

La compagnia aerea aveva affermato che la politica era mirata a ridurre i ritardi, poiché etichettare gli articoli più grandi del bagaglio a mano e metterli nella stiva al cancello causava ritardi ai suoi 25 minuti. turnaround.

“Non vediamo l’ora di collaborare con questa inchiesta italiana”, ha detto Ryanair, aggiungendo: “Nessun cliente aereo ha diritto a un bagaglio a mano illimitato. Per ragioni di sicurezza, la maggior parte degli aerei a corto raggio non può ospitare due bagaglio a mano per ciascun cliente. La LCC ha aggiunto che metà dei suoi clienti potrebbero continuare a portare due bagagli a bordo, mentre l’altra metà sarebbe in grado di portare una borsa gratuita, che è stata aumentata del 40% in termini di dimensioni, oltre a registrare un secondo sacco da 10 kg per € 8 ($ 9,44), se lo volessero.”

Tutte le altre compagnie aeree, tra cui Alitalia, easyJet e British Airways, limitano il volume dei bagaglio a mano per motivi di sicurezza”, ha aggiunto Ryanair. “Non vediamo l’ora di spiegare le restrizioni di sicurezza e la generosa politica del bagaglio a mano alle autorità italiane”. Una portavoce del comitato di sorveglianza della concorrenza ha dichiarato che l’inchiesta sarebbe stata completata entro 210 giorni.

Ryanair numeri

 

Ryanair DAC è una compagnia aerea low cost irlandese fondata nel 1984, con sede a Swords, Dublino, Irlanda, con le sue principali basi operative negli aeroporti di Dublino e Londra Stansted. Nel 2016, Ryanair è stata la più grande compagnia aerea europea dai passeggeri di linea e ha trasportato più passeggeri internazionali di qualsiasi altra compagnia aerea.

Ryanair gestisce più di 400 aerei Boeing 737-800, con un solo 737-700 utilizzato principalmente come velivoli charter , ma anche come backup e per l’addestramento del pilota. La compagnia aerea è stata caratterizzata dalla sua rapida espansione, conseguenza della deregolamentazione dell’industria aeronautica in Europa nel 1997 e del successo del suo modello di business a basso costo. La rete di collegamenti di Ryanair serve 37 paesi tra Europa, Africa (Marocco) e Medio Oriente (Israele e Giordania).

Dalla sua fondazione nel 1984, Ryanair è cresciuta da una piccola compagnia aerea, effettuando il breve viaggio da Waterford a Londra Gatwick, nella compagnia aerea più grande d’Europa. Ryanair ha ora più di 13.000 persone che lavorano per la compagnia. La maggior parte dei dipendenti è assunta e contrattata da più agenzie per volare sugli aerei Ryanair. Oppure, come nel caso dei piloti, la stragrande maggioranza è costituita da agenzie o lavoratori autonomi ei loro servizi sono contrattati a Ryanair. Dopo che la compagnia aerea in rapida crescita è diventata pubblica nel 1997, il denaro raccolto è stato utilizzato per espandere la compagnia aerea in un vettore paneuropeo.

I ricavi passano da € 231 milioni nel 1998 a € 1.843 milioni nel 2003 e a € 3.013 milioni nel 2010. Analogamente, l’utile netto è aumentato da € 48 milioni a € 339 milioni nello stesso periodo.

Wizz Air, le critiche alla politica bagagli non solo dall’Italia

Se l’imitazione è la più sincera forma di adulazione, allora il più grande ammiratore di Ryanair deve essere Wizz Air. La compagnia aerea low cost ungherese ha preso l’abitudine di copiare la sua controparte irlandese, non ultimo con le sue tariffe elevate per il bagaglio controllato e la mappa del percorso ricca di oscure città dell’Europa dell’Est. Questa settimana si è ulteriormente allineata con il colosso del bilancio europeo, adottando una politica di bagaglio a mano quasi identica che equivale a una carica inevitabile per tutti tranne per i più piccoli articoli di bagaglio a mano.

Il Telegraph parla perfino di politiche sui bagagli della compagnia ungherese più confusionaria che ci sia. Infatti, WIZZ AIR ha cambiato la sua politica sui bagagli per i passeggeri per la seconda volta quest’anno quando si tratta di borse gratuite, con i nuovi cambi di bagaglio simili a quelli di Ryanair.

Le nuove modifiche sono molto simili alla più recente politica sui bagagli di Ryanair per quanto riguarda il bagaglio a mano e il bagaglio da stiva. A tutti i passeggeri verrà garantito un piccolo bagaglio a mano in cabina e non dovrà superare i 40 cm x 30 cm x 20 cm.

Per i passeggeri che vogliono portare a bordo una valigia con loro, dovranno pagare l’imbarco Priority che parte da £ 5. Altrimenti, devono pagare per controllare una borsa, anche per un bagaglio a mano bagaglio del peso di 10 kg. I prezzi partono da £ 7 con il limite massimo di peso di 32 kg da verificare.

Johan Eidhagen, Chief Marketing Officer di Wizz Air, ha dichiarato: “I passeggeri vogliono prodotti separati e questo è il cuore del modello Ultra Low Cost, anche Wizz Air. Vogliamo offrire ai nostri clienti le tariffe più basse possibili e una visione trasparente dei prezzi dei biglietti. Tramite unbundling di prodotti e servizi, Wizz Air democratizza il modo di viaggiare e consente un’offerta pay-per-need”.

Ryanair ha annunciato modifiche alla sua politica sui bagagli nel tentativo di ridurre i ritardi dei voli. La compagnia aerea a basso costo ora addebita ai clienti la possibilità di portare una valigia nella cabina, con i passeggeri che hanno permesso di portare solo una piccola borsetta con loro gratuitamente.

Wizz Air chi è

Wizz Air, legalmente costituita come Wizz Air Hungary Ltd. è una compagnia aerea low cost ungherese con sede a Budapest. La compagnia aerea serve molte città in tutta Europa, così come alcune destinazioni in Nord Africa e Medio Oriente. Ha la flotta più grande di qualsiasi compagnia aerea ungherese, anche se non è una compagnia di bandiera e attualmente serve 44 paesi. La sua società madre basata a Jersey, Wizz Air Holdings Plc, è quotata alla Borsa di Londra ed è un componente dell’indice FTSE 250.

Wizz Air storia

La compagnia aerea è stata fondata nel settembre 2003. L’investitore principale è Indigo Partners, una società americana di private equity specializzata in investimenti nei trasporti. Il primo volo è stato effettuato dall’aeroporto internazionale di Katowice il 19 maggio 2004. Il CEO della compagnia aerea è József Váradi, ex CEO di Malév Hungarian Airlines. La società è registrata nella contea di Pest (Ungheria).

Il 25 febbraio 2015 Wizz Air ha iniziato a negoziare sulla Borsa di Londra. Nel novembre 2017 Wizz ha annunciato l’intenzione di lanciare una divisione britannica denominata Wizz Air UK. La compagnia aerea avrà sede a Londra Luton, approfittando di un certo numero di slot di decollo e atterraggio acquisiti da Monarch Airlines quando quest’ultimo è entrato in amministrazione nel 2017.

La compagnia aerea ha fatto richiesta alla CAA per un COA e una licenza operativa. Si prevede che la compagnia aerea avvierà le operazioni nel marzo 2018 utilizzando aeromobili britannici registrati. Wizz Air UK inizierà a rilevare i voli nel Regno Unito attualmente gestiti da Wizz Air. Wizz Air ha dichiarato che la compagnia aerea impiegherà fino a 100 dipendenti entro la fine del 2018.

Wizz Air destinazioni

Wizz Air ha iniziato nuovi servizi tra Katowice e Londra Gatwick nel 2008. Nel gennaio 2008 sono partiti i voli da Danzica a Goteborg, Bournemouth e Coventry. Nell’estate 2008, Wizz Air ha riavviato i servizi stagionali stagionali da Katowice e Budapest a Girona, oltre a un nuovo servizio settimanale per Girona da Danzica. Altri servizi estivi da Budapest sono Heraklion, Corfù, Burgas e Varna; da Katowice a Creta-Heraklion e Burgas; e Varsavia a Corfù e Burgas.

Ha anche riavviato il suo servizio tre volte settimanale dall’aeroporto di Londra Luton a Burgas. Il 2 ottobre 2008, Wizz Air ha annunciato che alcuni dei suoi servizi rumeni avrebbero aumentato la frequenza a seguito di un ordine per tre aeromobili Airbus A320. Nel febbraio 2012, Wizz Air ha annunciato che avrebbe avviato i voli dall’aeroporto internazionale di Debrecen a Londra, inizio 18 giugno 2012. L’11 settembre 2012, Wizz Air ha annunciato nuove rotte da e per Tel Aviv, Israele. L’11 aprile 2013 Wizz Air ha annunciato che avrebbe iniziato i voli dall’aeroporto di Budapest all’aeroporto internazionale di Baku Heydar Aliyev a partire dal 17 giugno 2013.

Il 26 giugno 2013, Wizz Air ha annunciato l’ingresso nel mercato slovacco, aggiungendo una nuova rotta dall’aeroporto internazionale di Košice a partire da settembre 2013. Il 26 giugno 2015 la compagnia ha aperto la sua 19 ° base, presso l’aeroporto internazionale di Tuzla in Bosnia-Erzegovina e ha schierato un nuovo aeromobile Airbus A320 all’aeroporto. Con un aereo stazionato all’aeroporto, Wizz Air ha aperto nuove rotte a Memmingen (vicino a Monaco) e Torp (vicino a Oslo), a partire dal 26 giugno 2015, così come a Hahn (vicino a Francoforte) e Skavsta (vicino a Stoccolma), a partire da 28 giugno 2015.

Nel febbraio 2016 Wizz Air ha annunciato una nuova base presso l’aeroporto internazionale David the Builder di Kutaisi (che serve Kutaisi in Georgia). Nell’ottobre 2016 Wizz Air ha annunciato una nuova base nell’aeroporto internazionale di Chişinău (che serve Chişinău) in Moldova. A dicembre 2016 Wizz Air ha annunciato una nuova base a Varna, Bulgaria. Nel febbraio 2017 Wizz Air ha annunciato una nuova base all’aeroporto di Londra Luton nel Regno Unito.

Sempre nel 2017, la società ha aggiunto tre nuove rotte, a Tel Aviv, Israele, Pristina in Kosovo e Kutaisi in Georgia, per un totale di oltre 500 rotte. Nel gennaio 2018 Wizz Air ha annunciato una nuova base all’aeroporto internazionale di Vienna In Austria. Tre Airbus 320/321 sono previsti per essere basati a Vienna e la compagnia opererà in totale 17 nuove rotte dalla capitale austriaca.

Wizz Air incidenti

L’8 giugno 2013, Wizz Air Flight 3141, un Airbus A320-232 (registrazione HA-LWM) da Bucarest – Aeroporto Henri Coandă, Romania a Roma-Ciampino, Italia, ha effettuato un atterraggio di emergenza all’aeroporto Leonardo da Vinci-Fiumicino quando l’equipaggio ha riscontrato problemi nell’abbassare uno dei carri principali e bloccarlo in posizione. L’aeromobile è stato deviato a Fiumicino a causa della pista più lunga, e i vigili del fuoco hanno applicato schiuma dopo l’atterraggio come misura precauzionale.

L’aereo è stato evacuato usando scivoli. Le segnalazioni iniziali di passeggeri feriti sono state respinte sia da Wizz Air sia dall’aeroporto di Fiumicino, che ha affermato che alcuni passeggeri hanno richiesto controlli medici ma non hanno riportato ferite.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY