Annullata la nuova fork sul Bitcoin: cross BTC-USD vola ad un passo da quota 8.000 e poi ripiega

Colpo di scena sul mercato delle criptovalute con la sospensione della nuova Fork del BITCOIN. A poco meno di una settimana da una nuova scissione che avrebbe dovuto dare alla luce il BITCOIN GOLD, aumentando a 2 MB la dimensione dei blocchi per favorire sia il mininig che la scalabilità della valuta digitale per eccellenza, i cosiddetti “scissionisti“ si sono dovuti piegare alla volontà della maggioranza della comunity che era contraria a questa manovra. Erano in tanti, infatti, coloro che sostenevano il nuovo piano chiamato Il piano, Segwit2x, avrebbe minato il BITCOIN originale, provocando un crollo delle quotazioni. Mike Belshe, ceo e co-fondatore di BitGo, ha dichiarato che spera l’approdo della nuova Hard Fork del BITCOIN sia soltanto rimandato ad un futuro non molto lontano.

Resa nota la decisione di sospendere l’upgrade del software, il BITCOIN si è impennato su un nuovo massimo storico nei confronti del Dollaro, con il cross BTC-USD schizzato a quota 7.895, in scia ai forti guadagni realizzati la scorsa ottava, quando il CEO del CME, il mercato dei derivati di Chicago, ha fatto sapere alla comunità finanziaria del prossimo arrivo di un contratto Future BITCOIN.

Andamento cross BTC-USD sul breve-medio periodo


L’euforia della mancata divisione del BITCOIN tradizionale, che ha fatto volare il cross BTC-USD ad un soffio della stratosferica quota 8.000, sembra essersi affievolita, con la coppia che scambia a ridosso del primo supporto di breve, rappresentato dalla media mobile a 10 periodi (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico), transitante in area 7.000.

Persa L’EMA a 10 gg, per un cross altamente volatile come lo è la coppia BTC-USD, scivolare rapidamente sul sostegno successivo, rappresentato dalla media mobile a 25 periodi (la linea mediana sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), in area 6.450, potrebbe essere episodio del tutto normale, anche se si tratta di una ipotetica discesa di 8 punti percentuali. Nulla di preoccupante, comunque, poiché il supporto fondamentale di medio periodo si trova ancora a debita distanza, in area 5.760, area su cui transita la media mobile a 50 periodi (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico).

Al ribasso, quindi, in caso di close daily o meglio ancora settimanale sotto area 7.000 è lecito attendersi ulteriori avvitamenti con target in area 6.450, con step intermedio in area 6.700 circa. Al rialzo, invece, lo scenario ribassista appena descritto verrebbe meno in caso di tenuta di area 7.000 e di eventuale ritorno sopra quota 7.200 per puntare prima ad area 7.600 e successivamente verso i top a ridosso di area 8.000.

Andamento cross ETH-USD

Trader ed investitori in criptovalute questa settimana hanno premiato il cross ETH-USD, con l’Etheureum che ha approfittato del clima di confusione che circonda il BITCOIN per riportarsi a ridosso si area 330 nei confronti del Dollaro (328,78). Al momento della scrittura la coppia cede poco più di 2 punti percentuali e viene scambiata a 312 circa.

Modello di trading sul cross btc-usd valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading Long si attiva in caso di chiusura oraria o daily oltre quota 7.140 e fissa i primi due target price in area 7.266 e 7.335; stop loss in caso di ritorno sotto quota 6.953 in close orario o giornaliero. Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori balzi oltre quota 7.335 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 7.453 e successivamente a quota 7.528; stop loss in caso di close orario minore di 7.140

Suggeriti ulteriori Long in caso di allungo oltre quota 7.528 in close orario o daily, per puntare a nuovi target in area 7.650 e 7.850, estesa a quota 7.977; stop loss in caso di ritorno sotto quota 5.975 in chiusura giornaliera. Lecito comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 6.178, per cercare di approfittare di eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 6.344 ed in un secondo momento a quota 6.448; stop loss in caso di ulteriori cali sotto quota 6.000 in chiusura giornaliera .

Il modello di trading Short, invece, prende quota in caso di discesa sotto quota 6.953 in chiusura di candela oraria daily, e suggerisce di prendere profitto, in area 6.840 e 6.772; stop loss in caso di recupero oltre quota 7.140 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 6.772, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 6.662 ed in seconda battuta a quota 6.554; stop loss in caso di ritorno sopra quota 6.953 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali cali sotto quota 6.554 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in area 6.448 e 6.344, estesa a quota 6.178; stop loss in caso di recupero sopra quota 6.772 in close daily. Consigliati Short speculativi in caso di allungo in area 7.977, per sfruttare eventuali storni in un primo momento a quota 7.850 e successivamente a quota 7.650; stop loss in caso di ulteriori estensioni al rialzo oltre quota 8.200 in chiusura daily.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY