Amazon accusata dai venditori di costi eccessivi e non necessari

Il caso del venditore su Amazon Jeff Peterson sta facendo molto parlare di sé negli Usa. Quando il suo profilo è stato violato di recente, ha cercato freneticamente di raggiungere il servizio clienti di Amazon per aiutare a ripristinare l’accesso al suo negozio di cimeli sportivi.

Mentre arrivavano quasi 4.000 ordini fraudolenti, il venditore di Garden Grove, in California, ha chiamato il Customer care del colosso dell’e-commerce mediante un account separato sul suo sito canadese. E mandò persino un’email all’amministratore delegato Jeff Bezos. Niente è servito.

“Non riesco a ottenere alcuna risposta da Amazon per risolvere questo problema”, ha dichiarato Peterson, accumulando recensioni negative sul suo servizio, decimando la sua attività.

Una cosa che non aveva fatto era pagare fino a $ 5.000 al mese per un programma che Amazon offre ai venditori come un modo per ottenere un aiuto rapido da un centralinista “in carne ed ossa”.

Amazon è diventato un potente mercato insieme al suo ruolo di rivenditore online, con oltre 2,5 milioni di venditori di terze parti che sono diventati aziende globali sulla sua piattaforma. All’inizio, Amazon ha costretto i venditori a utilizzare i suoi magazzini per garantire spedizioni Prime veloci, oltre ad altri programmi che hanno beneficiato in larga misura i consumatori.

Ma ora, venditori ed ex dipendenti che hanno familiarità con la strategia interna di Amazon, affermano che la società è sempre più focalizzata sull’aumento dei suoi profitti sulla pelle dei suoi venditori. Spesso senza alcun chiaro vantaggio per i clienti.

I servizi comprendono l’addebito ai venditori di migliaia di dollari per parlare con i gestori degli account, nonché la necessità di acquistare annunci pubblicitari per garantire il primo posto in una pagina di ricerca.

Inoltre, Amazon sta spingendo in modo aggressivo i propri marchi, qualcosa che potrebbe essere più economico per i consumatori a breve termine. Ma dimostra il suo potere complessivo sui prezzi e sulla merce sul sito. Ciò offre un vantaggio rispetto ai prodotti e ai venditori concorrenti che si affidano ad Amazon per il proprio sostentamento e hanno poche alternative se vogliono prosperare vendendo online.

Amazon afferma che il suo successo dipende da quei venditori e insiste che dà sempre la priorità agli acquirenti.

Secondo i consulenti e i venditori, almeno un terzo di ogni compratore americano ritorna su Amazon. Ciò ha aiutato Amazon a generare $ 42,7 miliardi di entrate lo scorso anno dai servizi del venditore, come le commissioni. Un numero che è quasi raddoppiato in due anni.

Ciò ha attirato l’attenzione di regolatori e legislatori sia negli Stati Uniti che all’estero, che stanno indagando su Amazon e altre grandi aziende tecnologiche per potenziali violazioni della legge antitrust e abuso del potere dominante sul mercato.

Tradizionalmente, i regolatori statunitensi si sono concentrati sul danno dei consumatori, ma i funzionari hanno recentemente sottolineato la necessità di esaminare il modo in cui diversi giganti della tecnologia stanno usando la loro influenza sul mercato per abbassare la qualità, ridurre l’innovazione nonché la privacy dei consumatori. Mentre i funzionari considerano la regolamentazione dei giganti dell’economia digitale.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker 24option. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello dei segnali che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Amazon, indagata da autorità per abusi

Per quanto riguarda Amazon, la Federal Trade Commission sembra indagare su come il gigante della vendita al dettaglio online decida chi vince ogni vendita e a quale prezzo, nonché in che modo Amazon può danneggiare la concorrenza sospendendo gli account dei venditori o modificando le sue regole con poco preavviso e senza appropriate modi per presentare ricorso contro tali decisioni.

A luglio, l’Unione Europea ha avviato un’indagine sui ruoli contrastanti di Amazon sia come piattaforma che come rivenditore dei propri prodotti. E l’agenzia di concorrenza tedesca ha raggiunto un accordo con Amazon, in parte richiedendo alla società di offrire ai venditori di terze parti un preavviso di 30 giorni prima di sospendere gli account.

Amazon ha dichiarato a quel tempo che avrebbe cooperato pienamente con l’Unione Europea. “E continuare a lavorare sodo per supportare le aziende di tutte le dimensioni e aiutarle a crescere”.

Amazon in Borsa

Amazon punta fortemente su Alexa: le novità in arrivo

Amazon.com ha organizzato un evento lo scorso 25 settembre dove sono state presentate non poche sorprese. La società ha mostrato 15 nuovi prodotti e ha dato agli investitori tecnologici un’idea di dove sia diretta Amazon.

L’attività di Amazon non riguarda solo l’hardware, ma l’evento di mercoledì scorso ha chiarito che la società vede ancora un ruolo importante per l’hardware nel suo futuro .

Alexa di Amazon ha sempre avuto un bel po’ in comune con Siri di Apple e Google Assistant di Alphabet. Ma c’erano anche differenze nei casi d’uso. Gli utenti finali tendono a utilizzare gli assistenti vocali sui dispositivi mobili, una tendenza che sembra estremamente probabile che sia guidata da Google Assistant e Siri, dal momento che così tanti smartphone sono dotati di tali servizi a bordo.

Finora Alexa ha vissuto principalmente su dispositivi per la casa, in particolare la linea di altoparlanti intelligenti Echo di Amazon. Il grande evento hardware di Amazon ha incluso la presentazione di numerosi prodotti che promettono di rendere Alexa più mobile.

Le cuffie wireless (Echo Buds), gli occhiali intelligenti (Echo Frames) e i gioielli intelligenti (Echo Loop, un anello intelligente) daranno ad Alexa un futuro libero. Sarà comunque difficile per Alexa competere con Siri e Google Assistant in aree come la navigazione, ma far abituare gli utenti ad avere Alexa in viaggio dovrebbe contribuire a dargli un punto d’appoggio fuori casa. Gli Echo Frames sono i più interessanti. Sono estremamente rievocativi del famigerato Google Glass, che ha avuto una corsa pubblica approssimativa e ora esiste solo in una Enterprise Edition.

Tuttavia, Amazon sembra pronta a dare un’altra possibilità agli occhiali intelligenti. Una possibilità limitata, comunque. Come ha fatto Google, Amazon sta iniziando con un tipo di programma pilota. Echo Frames sarà inizialmente disponibile solo su invito. Avranno un costo di soli $ 179,99 su invito e successivamente $ 249,99, molto lontano dal prezzo iniziale di Google Glass di $ 1.500 (anche se non è ancora chiaro se Amazon sta vendendo i suoi occhiali intelligenti di debutto in perdita).

Gli esperimenti Alexa di Amazon non sempre hanno ovvi profitti a breve termine e gli investitori non dovrebbero aspettarsi di vedere presto molti Echo Frames per strada. Tuttavia, questo programma suggerisce che Amazon vede un futuro per gli occhiali intelligenti.

Partecipare alla gara ora può fare una grande differenza se e quando diventeranno abbastanza utili da diventare mainstream. Se Amazon è chiaramente interessato a portare Alexa fuori casa per competere con assistenti in movimento come Siri, nativo di iOS.

Ma la società si sta anche assicurando di non cedere lo spazio domestico a concorrenti come Google, che offre uno speaker intelligente simile ad Echo in Google Home e che supporta già alcune funzionalità di smart home. Visto che Amazon vende i propri elettrodomestici intelligenti e altri prodotti per la casa intelligente. Offre orologi intelligenti, ad esempio, nonché microonde intelligenti.

L’ultimo annuncio della società includeva piccoli aggiornamenti ad alcuni articoli per la casa e una grande rivelazione: il forno intelligente Alexa. È il dispositivo smart-home più nuovo, più grande e più costoso ($ 249,99) di Amazon, anche se è ancora un dispositivo da banco a microonde piuttosto che il tipo di cose che i proprietari di case una volta acquistavano su Sears.

Amazon sembra avere un occhio attento a dove i dispositivi intelligenti saranno più utili. Usare un orologio intelligente per impostare un timer o istruire un assistente digitale a riscaldare il forno per te, hanno entrambi una comodità di buon senso che manca, ad esempio, nei frigoriferi intelligenti da cui gli utenti possono twittare.

Altre piattaforme per investire in Amazon

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionCFD su Forex, Azioni, CriptovalutePiattaforma affidabilePROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY