Alitalia: sciopero di 24 ore per i dipendenti, cancellati i voli

Primo sciopero del mese di aprile nel comparto dei trasporti: a fermarsi sono i dipendenti di Alitalia indetto oggi il 5 aprile 2017, gli aerei in data odierna subiranno modifiche e variazioni. Da una stima attuale il 60% dei voli nazionali ed internazionali ha subito cancellazioni nonostante le fasce garantite dalle ore 7 alle 10 e dalle ore 18 fino alle ore 21. La protesta dei lavoratori di Alitalia è contro il piano industriale e la richiesta di oltre 2.000 esuberi, oltre al taglio delle retribuzioni del personale. Il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda ha annunciato che le trattative con i sindacati riprenderanno domani e proseguiranno fino al 13 aprile, per tentare una via di risoluzione ai contrasti tra le parti coinvolte.

Le organizzazioni sindacali dei trasporti rimangono fermi nella loro posizione: no ad un piano di tagli al personale in esubero ed alle riduzioni delle retribuzioni. Secondo la Filt-CGIL “circa 413 lavoratori sui 2037 esuberi previsti dal business plan sarebbero a forte rischio di licenziamento. Si tratta degli addetti alle tipologie di lavoro più a rischio (finanza, personale, call center) poiché la cessione di queste attività non prevede un automatico passaggio di personale”.

Possibili soluzioni? Risolvere il caso degli esuberi del personale non è semplice e le alternative da vagliare potrebbero essere due: ricorrere alla cassa integrazione non espulsiva o favorire l’uscita volontaria dei dipendenti con la Naspi. La Naspi è una nuova indennità mensile di disoccupazione allo scopo di fornire un sostegno al reddito per i lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione. Dal 1 gennaio del corrente anno la Naspi viene erogata per un massimo di 78 settimane.

D’altronde, Alitalia è ferma a voler risparmiare 78 milioni di euro tagliando le buste paga dei piloti e degli assistenti di volo di circa il 30%. I sindacati sono in lotta ed annunciano battaglia per i prossimi giorni. Anche, i viaggiatori protestano in merito ai voli nazionali ed internazionali che sono stati cancellati nelle ultime ore e si attendono un ritorno alla normalità, soprattutto, in vista dell’avvicinarsi delle festività pasquali.

Intanto, dal sito di Alitalia, nella sezione delle News e comunicati stampa, la compagnia aerea ha annunciato di aver immediatamente “attivato un piano straordinario per ‘riproteggere’ sui primi voli disponibili il maggior numero di passeggeri coinvolti”. Tutti i viaggiatori che hanno acquistato un biglietto per volare dalla sera del 4 aprile alla prima mattinata del 6 aprile, sono invitati, dalla stessa Compagnia Alitalia, a verificare il volo, prima di recarsi in aeroporto, contattando il numero verde 800.65.00.55 (dall’Italia), il numero +39.06.65649 (dall’estero), oppure contattando l’agenzia di viaggio presso cui hanno acquistato il biglietto. Negli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Linate, Alitalia ha previsto un rafforzamento del proprio organico per assicurare la massima assistenza ai clienti e degli addetti al call center.

LEAVE A REPLY