Alitalia: è stato approvato il nuovo piano industriale

Dopo più di sei ore di sei ore di riunione, il Cda di Alitalia ha approvato il nuovo piano industriale per il rilancio della compagnia nel quinquennio 2017-2021. Nella giornata di oggi il management illustrerà il piano al Governo e successivamente incontreranno le organizzazioni sindacali per discutere le misure per il personale e trovare un accordo sul nuovo contratto collettivo nazionale.

Il piano prevede una riduzione dei costi entro la fine del 2019 ed un incremento dei ricavi del 30%, oltre a 20 aerei in meno per la tratta a breve-medio raggio. L’obbiettivo è quello di riportare i conti in attivo entro tre anni dal piano, in particolare aumentare i ricavi dai 2,9 miliardi attuali ai 3,9 miliardi.

I quattro pilastri del nuovo piano

Il nuovo piano industriale si fonda su quattro pilastri fondamentali:

  • Rivisitazione del Modello di Business: gli aerei per i collegamenti a breve e medio raggio (narrow body) offriranno più posti e voleranno di più. Saranno introdotte nuovi servizi di acquisti a bordo di pari passo con tariffe vantaggiose, per incrementare i ricavi e ridurre i costi. I passeggeri potranno inoltre personalizzare l’esperienza di viaggio dando loro l’opportunità di acquistare servizi extra come ad esempio la scelta del posto a bordo, ha spiegato Cramer Ball. I collegamenti a lungo raggio (aerei wide body) rimarranno full service, ad agosto entrerà in flotta Alitalia il Boing B777-300ER che con i suoi 382 diventerà il nuovo aereo di punta della compagnia.
  • Riduzione dei costi e incremento della produttività: la compagnia ha già avviato i negoziati con numerosi fornitori per avvicinare i costi paragonabili a quelli dei concorrenti. Nello specifico con aziende nel settore del leasing aereo, del catering a bordo, dei servizi di assistenza a terra e in aeroporto e dei sistemi di distribuzione globale dei biglietti.
  • Ottimizzazione Network e Partnership: Alitalia ridurrà la flotta di 20 aerei per il breve e medio raggio entro il 2018. È previsto inoltre l’incremento del numero di voli verso le Americhe, infine intende consolidare l’offerta su Milano Linate, in Sardegna ed in Sicilia.
  • Sviluppo nuove iniziative commerciali: innovazione tecnologica per incrementare l’efficienza e la produttività di Alitalia, fondamentali per generare ulteriori opportunità di ricavi.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…