Alibaba, 2018 anno da dimenticare ma tra 5 anni potrebbe superare Amazon

il maggior seller del mondo e' alibaba
azioni alibaba in vendita

Alibaba (NYSE: BABA) ha investito molto in nuove iniziative negli ultimi anni e non è stata immune alle conseguenze negative. La società ha riferito che le perdite da quattro delle sue attività strategiche ammontavano a $ 840 milioni lo scorso trimestre. Queste aziende includono la società di consegna alimentare Ele.me, il mercato del Sud-Est asiatico Lazada, i suoi nuovi progetti di vendita al dettaglio e il suo braccio logistico, Cainiao Network.

Alibaba ha ricordato agli investitori che occorre tempo per vedere un ritorno finanziario dalle nuove imprese. Nonostante le perdite, Alibaba ha dichiarato che tutte e quattro le aziende hanno mostrato una robusta crescita dei ricavi. E per questo motivo, l’azienda continua a credere che queste quattro aziende siano investimenti intelligenti per la storia della crescita a lungo termine.

Piattaforme per investire in Alibaba

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>

Alibaba, come stanno le 4 aziende

Ele.me

Alibaba ha acquisito Ele.me appena otto mesi fa per aiutarla a conquistare il mercato cinese di consegna di cibo da 10,7 miliardi di dollari. E la società ha già iniziato a utilizzare la vasta rete di distribuzione di Ele.me per offrire altri servizi, come consegne di farmacie 24 ore su 24, 7 giorni su 7 in alcune città. Mentre Ele.me è il più grande servizio di consegna di cibo in Cina, le sue perdite sono ancora aumentate in modo sequenziale l’ultimo trimestre.

Alibaba ha dato due ragioni per le perdite. Innanzitutto, questo è stato il primo trimestre in cui è stata completata l’acquisizione di Ele.me, pertanto il trimestre precedente non è stato una misurazione accurata delle perdite totali di Ele.me per il periodo. In secondo luogo, Alibaba ha dichiarato di aver aumentato le spese su Ele.me per aiutare ad acquisire nuovi utenti. Una parte di questa spesa è arrivata durante l’estate, quando Alibaba ha lanciato una campagna da $ 3 miliardi per conto di Eleme.

La società ha dichiarato di sperare che questa campagna di marketing possa aiutare a consolidare la posizione di Ele.me come azienda di consegna di generi alimentari più importante in Cina. In questo momento, il principale concorrente di Ele.me è Meituan Dianping, sostenuto da Tencent. Questo investimento in Ele.me sembra utile se si considerano i vari modi in cui Alibaba può utilizzare i 3 milioni di Forza di consegna di Ele.me, dall’offerta di consegne di farmacie 24 ore su 24 alla fornitura di 30 minuti di consegne di generi alimentari. Soprattutto, l’investimento espande notevolmente la portata e la penetrazione della rete di consegna dell’ultimo miglio di Alibaba.

Lazada

Nel 2016, Alibaba ha investito $ 1 miliardo per acquisire Lazada, lanciato nel 2012 per servire il Sud-est asiatico, nel 2016. Nel 2017, Alibaba ha incrementato la propria partecipazione nella società all’83% con un altro investimento da $ 1 miliardo. E a marzo, Alibaba ha annunciato che stava iniettando ulteriori $ 2 miliardi a Lazada perché cerca di costruire le operazioni di e-commerce nella regione. Alibaba ha dichiarato di aver deciso di andare all in su Lazada come un modo per far crescere il business e per proteggersi dalla concorrenza in arrivo nella regione in crescita.

Al momento, Alibaba ha dichiarato che la competizione nei paesi del Sudest asiatico varia, con l’Indonesia come il mercato più competitivo.

Nuovi progetti al dettaglio

Negli ultimi anni, Alibaba ha investito molto nella sua nuova strategia di vendita al dettaglio come mezzo per aggiornare i negozi al dettaglio in difficoltà. Alibaba è stata la compagnia perfetta per aiutare i negozi fisici obsoleti, grazie all’accesso a grandi quantità di dati sui clienti e alle nuove tecnologie. Il più grande nuovo progetto di vendita al dettaglio è rappresentato dai negozi di alimentari Hema, che ora hanno 77 sedi in Cina. I negozi offrono consegne di 30 minuti e crescono rapidamente nelle aree urbane affollate.

Inoltre, Alibaba ha stretto una partnership con Sun Art, la più grande catena di ipermercati in Cina, per aggiornare la sua tecnologia e il suo sistema di consegna. Sun Art ora utilizza l’app e la rete di consegna di Alibaba Taobao per offrire una consegna online veloce per i propri clienti. Alibaba raggruppa i suoi nuovi ricavi al dettaglio nella categoria “altre entrate” del segmento di commercio principale. Questo gruppo rappresenta il 10% delle entrate complessive di Alibaba e ha visto una crescita del fatturato del 151% anno su anno.

Ciò significa che gli sforzi di Alibaba stanno dando i suoi frutti e che i suoi nuovi progetti di vendita al dettaglio potrebbero diventare una delle sue principali fonti di entrate in futuro.

Cainiao Network

Nel 2017, Alibaba ha preso il controllo di Cainiao per 807 milioni di dollari per dargli più controllo sulle consegne e sulla logistica in Cina e all’estero. E all’inizio di quest’anno, Alibaba ha promesso ulteriori $ 15 miliardi nei prossimi cinque anni per costruire la sua rete logistica globale. In una situazione simile a Ele.me, il consolidamento di Cainiao nell’ultimo anno ha aumentato il costo delle entrate di Alibaba. Ma il guadagno vale l’investimento, dato che Cainiao aiuterà Alibaba a fornire la migliore e più veloce esperienza di consegna per i clienti.

Quest’anno, Alibaba ha investito denaro nella fornitura di moduli aggiornati di consegna dell’ultimo miglio, come ad esempio le stazioni di raccolta e gli armadietti per il recupero automatico.

Alibaba ha detto che Cainiao lavora sempre per ridurre i costi di consegna, migliorando allo stesso tempo l’esperienza. Questi sono investimenti proficui, perché se la garanzia di consegna in due giorni di Amazon.com (NASDAQ: AMZN) ci ha insegnato qualcosa, è che il customer care a molto sulla velocità con cui arrivano i loro prodotti. Se Alibaba vuole mantenere il suo posto come il principale rivenditore in Cina, allora deve avere la rete di consegna e logistica più efficiente.

Come potete vedere, Alibaba è in un periodo di forti investimenti. Ma gli investitori dovrebbero essere incoraggiati dal fatto che Alibaba non siederà comodamente in cima al mercato al dettaglio in Cina. La società sta lavorando per far crescere queste quattro aziende in espansione per garantire che mantenga quel posto per il prossimo decennio.

Azioni Alibaba entro 5 anni potrebbero superare Amazon

Amazon.com (NASDAQ: AMZN) potrebbe essere il nome più importante quando si tratta di azioni di e-commerce. Ma potrebbe non esserlo più tra cinque anni. Sebbene stia prendendo una strada diversa per raggiungere la dominazione del mercato rispetto ad Amazon, il cinese Alibaba Group Holding (NYSE: BABA) potrebbe soppiantare il suo omologo americano come il nome più temuto e rispettato del settore. Non è così scandaloso come sembra.

La crescita di Alibaba ha appena iniziato a essere piantata. In effetti, è improbabile che molti proprietari americani di stock BABA si rendano conto che quei semi ora stanno prendendo piede. Ma date tempo a BABA. Una volta che il pieno potenziale dell’ultima visione del CEO di BABA,

Jack Ma, il capo di Amazon, Jeff Bezos, potrebbe chiedersi “Perché non ci penso?” Si chiama Piattaforma mondiale del commercio elettronicoLa piattaforma di commercio elettronico mondiale di Alibaba (o eWTP) , in breve) è, in termini più semplici, un modo per stimolare efficacemente il commercio internazionale con costi contenuti, semplificando allo stesso tempo il processo spesso complicato di vendita di beni all’estero.

Lungo la strada, Alibaba spera anche, per la prima volta, di sviluppare standard accettati di commercio internazionale. La necessità di tale standardizzazione è chiara. Non solo il mondo – e il commercio – è più globale di quanto sia mai stato, ma le recenti guerre tariffarie hanno dimostrato che i governi possono ostacolare il commercio. Ma la parte più interessante della piattaforma di commercio elettronico mondiale senza scopo di lucro è lo sforzo di Alibaba per attirare piccole e medie imprese, piuttosto che enormi società, ad essa. Alle piccole e medie imprese viene spesso impedito di vendere i loro prodotti ai clienti stranieri a causa di difficoltà logistiche o costi doganali elevati.

Naturalmente, la piattaforma alla fine guiderà i venditori e gli acquirenti alle proprietà di reddito di Alibaba, aumentando i risultati di Alibaba e le scorte di BABA. gli ultimi ritocchi non sono ancora stati messi sul design della eWTP, Alibaba sta promuovendo con successo il concetto. La Malesia ha firmato all’inizio dell’anno scorso.

Il Ruanda è stato il primo paese africano (e il primo paese non asiatico) a lanciare eWTP in ottobre. Il Belgio è diventato la prima nazione europea ad abbracciare l’idea, firmando un accordo all’inizio di dicembre. È l’iniziativa eWTP del Belgio che potrebbe e dovrebbe attirare l’attenzione di Amazon e delizia gli investitori che stanno valutando l’acquisto di azioni Alibaba.

Il segreto di Alibaba: credere nei Paesi ritenuti minori

I paesi remoti che ospitano aziende più piccole hanno qualcosa da offrire al mondo, ma non possono accedere facilmente ai mercati del mondo. Quando si ottiene tale accesso, tutto il mondo vince. Jack Ma è anche un sostenitore affermato di organizzazioni più piccole, incoraggiando persino i piccoli produttori degli Stati Uniti all’inizio dello scorso anno a offrire con il loro aiuto i loro prodotti ai consumatori cinesi.

Il concetto di eWTP, tuttavia, ha ancora elementi capitalistici. Alibaba’s TMall e le sue altre risorse sono le soluzioni go-to in Cina semplicemente perché, come Amazon in Nord America, Alibaba possiede le reti di marketing più estese nel suo mercato nazionale. Ma BABA ha bisogno di più, e più unici, beni da vendere.

Il suo eWTP ridurrà le barriere commerciali, aprendo la strada all’introduzione di tali beni in Cina. La più importante, tuttavia, è che una volta che Alibaba instaura solide relazioni con vari paesi e le loro piccole imprese, BABA può fare affari più grandi e migliori con loro . Al contrario, i rivali di Alibaba come JD.Com (NASDAQ: JD) non sono in grado di gettare le basi per una rete di partner commerciali.

Ma i possessori attuali e potenziali di azioni BABA non dovrebbero ancora esagerare con l’eWTP. L’hub eWTP della Ruanda è ancora agli inizi e si muoverà prima che possa camminare. L’iniziativa della Malesia è anche nelle sue fasi iniziali, sebbene grazie alla geografia e alle relazioni esistenti tra BABA, Malesia e aziende malesi, l’eWTP della Malesia è più avanti rispetto al Ruanda.

Il fulcro dell’hub del Belgio, la struttura logistica che dovrebbe essere costruita all’aeroporto di Liegi, non inizierà le operazioni fino al 2021.eWTP è un’iniziativa a lungo termine, certo, e probabilmente cambierà con il passare del tempo. Ancora, c’è la piccola discussione che lo sviluppo di Alibaba di una rete commerciale globale rende molto invidiabile la prospettiva di crescita della società, anche se il futuro della rete è incerto.

Azioni Alibaba, 2018 anno da dimenticare

Come la maggior parte delle azioni cinesi di grande nome, Alibaba Group (NYSE: BABA) ha avuto un forte 2018. Le azioni sono diminuite del 22% da inizio anno su una combinazione di fattori, tra cui le tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti, un rallentamento in cinese crescita economica e, più recentemente, debolezza nei mercati globali a seguito di un selloff nelle azioni degli Stati Uniti.

A differenza dei suoi movimenti azionari, il fatturato del gigante dell’e-commerce ha continuato a crescere: è aumentato del 57% nei primi sei mesi del suo 2019 (fino al 30 settembre) a $ 24,2 miliardi. La crescita è stata sostenuta su tutta la linea mentre i clienti attivi nell’ultimo anno sono aumentati da 25 milioni a 601 milioni e nel trimestre più recente le vendite core sono aumentate del 56% su base annua a $ 10,6 miliardi, mentre i ricavi del cloud computing sono saliti del 90% a $ 825 milioni. La performance è risultata più debole nei media digitali e nell’intrattenimento, dove le entrate sono aumentate solo del 24% a $ 865 milioni.

Tuttavia, i margini di profitto di Alibaba si sono ridotti a causa degli importanti investimenti che ha fatto nei servizi locali, nella logistica, nell’intrattenimento e nell’espansione internazionale – una strategia che riecheggia quella del rivale JD.com (NASDAQ: JD), che ha rafforzato la propria investimenti in magazzini, logistica e tecnologie come la consegna di droni. L’acquisizione da parte di Alibaba di Ele.me, un servizio di consegna online e l’acquisto di una quota maggiore in Cainiao, un servizio di logistica co-fondato nel 2013, ha avuto il maggiore impatto sul suo risultato netto nel periodo.

Il management ha inoltre abbassato la propria guida alla crescita del reddito per l’intero anno nella relazione recente dal 4% al 6%, collocandola tra il 50% e il 53%, a causa del mutevole contesto macroeconomico. L’aspettativa è che gli acquirenti ritarderanno alcuni acquisti di articoli di grandi dimensioni. La società intende inoltre attendere più a lungo prima di passare alla monetizzazione di alcune vendite dei propri venditori, al fine di evitare di allontanarli dalla piattaforma.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY