Air France lancia Joon, il low cost che opererà in Italia: quali rotte farà

In attesa di capire, ancora una volta, quale sarà la sorte di Alitalia (lo stand-by è dovuto allo stallo governativo), nel nostro Paese arrivano comunque novità interessanti che riguardano i nostri cieli. E arrivano grazie proprio a quella compagnia che nel 2009 Alitalia voleva comprarla. Ma che un sussulto nazionalista dell’allora governo di centro-destra in carica fermò. Ovvero Air France.

La compagnia francese, il cui nome esteso è Air France-Klm, avendo rilevato anni fa la compagnia aerea olandese, lancerà Joon, una nuova compagnia del gruppo che ha iniziato le sue operazioni dallo scorso 25 marzo. Con questa operazione, i cugini francesi incrementano del 7% i posti disponibili dallo scalo di Roma-Fiumicino a quello parigino di Roissy Charles de Gaulle. In questo modo, Roma e Parigi non saranno più collegate tramite i vettori di Air France-Klm, ma tramite la neonata Joon.

Del resto, l’Italia è un piatto ghiotto per le compagnie straniere, visto che stando ai dati del 2017, sono stati 175 milioni i passeggeri che hanno affollato gli aeroporti italiani.

Air France, peraltro, mancava di un vettore “low cost” o indirizzato ad una fascia di clienti più giovani. E Joon è nata proprio con questo scopo: attirare i giovanissimi (i cosiddetti Millennials). E Alitalia non interessa più? In realtà Air France-Klm ha smentito voci di un nuovo interessamento, sebbene sia comunque interessata, stando a quanto dice Jerome Salemi, direttore del gruppo per l’East Mediterranean, alla joint venture verso il Nord America.

Quali rotte farà Joon

Da domenica 25 Joon sta collegando, per conto di Air France, Roma a Parigi con sette voli quotidiani operati da Airbus A320 e A321. I viaggiatori avranno accesso gratuito sul proprio smartphone, tablet o laptop a YouJoon, il sistema di streaming in volo. Il programma di intrattenimento comprende serie TV, web TV, cartoni animati, musica e molto altro.

Joon di Air France prezzi

Quali sono i prezzi di Joon, la nuova compagnia low cost di Air France? La tariffa light da Roma a Parigi, che non include il trasporto di bagaglio in stiva, parte da 49 euro per la sola andata e 99 euro per andata e ritorno. La tariffa standard, che include il bagaglio in stiva, parte da 69 euro per la sola andata e 139 euro per andata e ritorno.

Joon di Air France caratteristiche

A spiegare il nuovo progetto Joon ci pensa Jean Michel Mathieu, presidente e Ceo Joon. Joon fa parte integrante della nuova strategia di Air France di crescita nelle città che hanno da un lato forte potenziale e dall’altro una concorrenza agguerrita. In questo modo, la compagnia francese offrirà il 7% in più di posti dall’aeroporto di Fiumicino a Parigi Charles de Gaulle.

Joon si presenta anche come una moderna esperienza di volo tramite prodotti innovativi, senza perdere di vista gli elevati standard di qualità.

Joon, secondo Mathieu, è un brand innovativo che si dice certo “contribuirà ad arricchire l’offerta su un collegamento internazionale di primaria importanza come il Roma-Parigi”.

Ivan Bassato, Direttore Airport Management di Adr, aggiunge invece che questa scelta del gruppo francese, è il segnale di un’ulteriore conferma del livello di eccellenza che il loro scalo ha conseguito. Come testimoniano i riconoscimenti di recente conseguiti da Skytrax e ACI.

Air France, arrivano nuovi scioperi

Per Air France in Italia, però, non solo buone notizie. Oltre allo sciopero previsto per il 30 marzo, se ne aggiungono altri due: il 3 e 7 aprile. Indetti, a detta delle 10 sigle sindacali, in assenza di risposte concrete da parte dell’azienda.

I sindacati rappresentano piloti, assistenti di volo e personale di terra. E chiedono un aumento salariale del 6% alla vigilia delle trattative tra l’azienda e i piloti.

I sindacati che hanno indetto gli scioperi sono: Snpl, Spaf, Alter (piloti), Snpnc, Unsa-Pnc, Cftc, Sngaf (hostess e steward) e Cgt, Fo e Sud (personale di terra).

C’era già stato un precedente quest’anno. Lo scorso 22 febbraio, ha cancellato decine di voli giovedì 22 febbraio a causa di uno sciopero dei suoi dipendenti. Le cancellazioni hanno riguardato circa la metà dei voli a lunga percorrenza in arrivo e in partenza dall’aeroporto di Parigi Charles de Gaulle. Poi circa il 75 per cento dei voli a media percorrenza gestiti direttamente da Air France o dalla sua compagnia low-cost Joon e circa l’85 per cento dei voli a corta percorrenza di entrambe le compagnie.

I voli della compagnia KLM, che fa parte dello stesso gruppo di Air France, non hanno invece subito cancellazioni. Lo sciopero è stato indetto per chiedere un aumento salariale per i dipendenti della compagnia aerea.

Quanti sono stati vittime delle cancellazioni dei voli, hanno potuto chiedere il rimborso del biglietto in formato di credito da utilizzare per un altro viaggio. O spostare la prenotazione su un altro volo successivo, senza ovviamente subire la maggiorazione dei costi.

LEAVE A REPLY