Abbonamento televisione: è dovuto anche per la 2° casa?

Canone rai: sciolti i dubbi sul suo pagamento per chi possiede la seconda casa

abbonamento televisione
abbonamento televisione

L’abbonamento televisione, a partire da luglio 2016,  si dovrà pagare insieme alla bolletta della luce; una decisione del Governo che ha suscitato non poche polemiche da parte degli italiani, che ancora oggi proprio non riescono a digerire di dover pagare per guardare i programmi della rete ammiraglia.

abbonamento televisione
abbonamento televisione

Abbonamento televisione: chi deve pagarla

Ogni contribuente in possesso di un apparecchio radiotelevisivo, che si presume abbia dall’attivazione del contratto di fornitura energia elettrica per l’immobile adibito a casa principale, sulla bolletta di luglio si vedrà addebitare anche la prima rata del canone rai.

Molto da discutere su questa “presunzione” da parte del Governo, che pur di incamerare tale introito, obbliga a pagare una tassa sulla tv se si è titolari di un’utenza della luce nella propria abitazione.

Abbonamento televisione: cosa succede per i possessori della seconda casa

La domanda, a questo punto, sorge spontanea: “Ma chi possiede una seconda casa munita di fornitura elettrica, è condannato a pagare due volte il canone televisivo”?

A sciogliere tale dubbio, almeno si spera, è intervenuta la stessa Rai che sul proprio sito ufficiale ha risposto al quesito, sottolineando che tale pagamento è dovuto una volta soltanto da parte dell’intestatario della bolletta Enel.

Ciò vuol dire che nel secondo immobile di proprietà, tutti gli apparecchi radiotelevisivi presenti non sono soggetti ad alcun ulteriore pagamento.

Abbonamento televisione: chi paga se la seconda casa è locata

Qualora la seconda cosa sia stata concessa in affitto, il pagamento del canone rai è dovuto dall’inquilino, come chiarisce l’Emittente stessa, in quanto è lui l’effettivo detentore; ciò vale per i contratti di locazione di lunga durata, non certo per quelli temporanei.

È sempre il locatario a dover pagare tale tassa anche se la casa concessagli in affitto è già arredata ed include un televisore, nonostante la fornitura di energia elettrica resti sotto il nome del proprietario.

Questi gli ultimi aggiornamenti relativi all’abbonamento Rai, ma luglio ancora è lontano, ragion per cui ci si aspettano ancora delle novità; l’unico fatto certo per gli italiani è quello di non poter più evitare di pagarlo.

Salva

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY