730 precompilato: è possibile modificarlo

E’ possibile modificare il proprio 730 precompilato, e  già inviato. La notizia sta rallegrando tutti quelli che hanno provato, per la prima volta, a non farsi aiutare da Caf o commercialisti, ed arriva direttamente dall‘Agenzia delle Entrate. Ecco come fare.

Il provvedimento è stato emesso, appunto, dall’Agenzia delle Entrate proprio ieri, e prevede la possibilità di rettificare il proprio 730 entro la fine di giugno (per l’esattezza il 29). Il contribuente che ha già inviato il tutto, ma che si è reso conto di aver sbagliato, può rettificarlo, ed annullare il precedente invio. Insomma, una bella novità.

La decisione è stata presa proprio per poter agevolare i contribuenti in questa nuova iniziativa. Potete, ad esempio, aggiungere degli oneri precedentemente dimenticati, oppure modificare la stessa dichiarazione a seguito delle rettifiche della Certificazione Unica comunicate dal sostituto d’imposta dopo il primo invio del 730 precompilato. Infine, avete anche la possibilità di inserire detrazioni che, precedentemente, non avevate considerato.

C’è solo una piccola accortezza: l’Agenzia consente una sola ed unica modifica. E’ importante, quindi, non avere fretta e verificare con cura e scrupolo tutti i dettagli da inserire. Se, però, anche dopo il secondo invio vi vengono dei dubbi è opportuno rivolgersi ad un Caf competente. Ma come fare?

Semplice, vi basterà rientrare nel sito dell’Ufficio delle Entrate dedicata al 730 precompilato, riaprire la dichiarazione trasmessa e apportare le modifiche che pensate siano necessarie. Infine, procedete con l’invio. Passiamo, ora ad un’altra informazione importante: i termini di consegna.

Abbiamo detto che avete tempo per correggere la vostra dichiarazione del 730 precompilato entro il 29 giugno. Questo vale solo per chi ha un sostituto d’imposta. I contribuenti che, invece, hanno presentato il 730 in assenza del sostituto d’imposta ( e che abbiano trasmesso entro il 16 giugno 2015 il modello F24 per il pagamento delle somme dovute) possono presentare il 730 sostitutivo solo entro il 21 giugno prossimo.

Le tempistiche, quindi, sono piuttosto ridotte. Vi ricordiamo che per poter inviare il 730 avete diverse strade possibili: potete rivolgervi ad un Caf competente, al vostro commercialista oppure utilizzare il modello pecompilato che troverete disponibile sul sito delle Agenzie delle Entrate.

In quest’ultimo caso, dopo aver inserito la password, troverete una sezione dedicata al 730 precompilato con tutte le istruzioni da seguire. Inserite le vostre informazioni, controllatele accuratamente, e solo successivamente provvedete all’invio.

Vi ricordiamo che potrete ancora una volta modificare i dati inviati solo utilizzando il modulo integrativo: quest’ultimo potrà essere inviato in via telematica anche attraverso il vostro computer, ma solo un’unica volta. Non vi resta che controllare la documentazione, e provvedere (eventualmente) alla correzione!